Calendario e classifiche manifestazioni podistiche in Trentino

Frequenza Cardiaca Massima e d'allenamento
 

La frequenza cardiaca è l' unico parametro soggettivo per la valutazione e il controllo dell’allenamento.
Si può affermare che la fascia allenante per una persona è tra il 60% e l'80% della sua FCM.
La seguente tabella però illustra in dettaglio le diverse tipologie di allenamento dipendentemente dalla Frequenza Cardiaca.
 

Frequenza Cardiaca Massima già calcolata          Frequenza di Soglia Anaerobica

La tua fascia allenante è tra battiti al minuto e battiti al minuto
Obiettivo Zona di consumo dei grassi corporei (dimagramento corporeo) Zona aerobica Zona vicina alla soglia anaerobica (per chi vuole fare attività agonistica) Zona di massima intensità
Effetto allenante Stimolazione del metabolismo dei grassi Stimolazione dei meccanismi aerobici miglioramento cardiovascolare Stimolazione della zona di soglia aerobica/anaerobica Stimolazione dei meccanismi anaerobici
Risultato Riduzione del grasso corporeo e miglioramento della capacità aerobica Miglioramento della capacità e potenza aerobica Miglioramento della soglia anaerobica Miglioramento tolleranza lattacida
Fc Max
60%
65%
70%
75%
80%
85%
90%
95%
100%
 
LAVORO AEROBICO
LAVORO ANAEROBICO

Nell'atletica gli allenamenti si suddividono

Sotto il 60% lo sforzo che si compie non è allenante
    Al superamento del 80% vi è l'inizio di produzione dell'acido lattico
70-85% Fondo lento o lungo
Il 90% della Fc max corrisponde al P.I. (Punto di Innesco soglia anaerobica)
85-90%
Fondo medio
90-95%
  

Mentre ci si allena si dovrebbe tenere periodicamente sotto controllo il proprio battito cardiaco, verificando di essere all'interno della fascia allenante. 
Se si è sotto il valore inferiore bisogna aumentare il ritmo, altrimenti i benefici ricavati dall'attività fisica sarebbero davvero minimi. 
Inversamente, bisogna rallentare un po'.

Per misurare la frequenza cardiaca la soluzione migliore è quella di utilizzare un cardiofrequenzimetro.